Seguimi su:
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
Condividi su

giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
Un giorno a Siena

Durante il mio breve viaggio in Toscana ho fatto di tutto per poter passare un giorno a Siena, riscoprire la città dopo averne letto molto negli ultimi mesi.
La voglia di rivedere luoghi che avevo soltanto visto di sfuggita da ragazzo era molta; come allora il tempo è stato poco ma l’entusiasmo di vedere nuovamente quei luoghi e nel passeggiare per le contrade era moltissimo.
In questa visita ho lasciato che fosse il desiderio di muovermi per la città liberamente a guidarmi; per una volta nessuna mappa, un giorno a Siena tra i luoghi pieni di turisti e le geometrie dei suoi palazzi e chiese. Meraviglioso.
Non ho idea di come possa essere abitarci ma conosco la fierezza, l’entusiasmo e il grande senso di appartenenza che hanno gli abitanti di questa città, lo si respira in ogni strada, in ogni angolo.
Sul blog ho raccontato questo piccolo viaggio partendo dalla fine per poi tornare subito all’inizio. Solo due immagini hanno accompagnato le mie parole, erano quelle necessarie a imbastire una introduzione. Qui è necessariamente diverso anche perché in un giorno a Siena sono comunque moltissime le cose da vedere.
Qui ho raccontato di quale fosse la mia meta in questo viaggio e in quest’altro articolo ho ritratto la strada che ha indicato l’inizio di questo viaggio in toscana. Seguite i link per ripercorrere le tappe del viaggio.

giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena

giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena

Le bandiere delle contrade

Per le strade della città le bandiere delle contrade sventolavano grazie al forte vento di quella giornata. In alcuni momenti la mia attenzione era catturata dai dettagli del posto, in altri dalla magnifica luce che quel giorno a Siena filtrava tra le strette vie.
La luce illuminava in maniera chiara e netta i palazzi, alle volte vedevo dettagli che, seppur nascosti e poco illuminati, sapevano richiamare il mio sguardo.

giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena

Il duomo di Siena

Nel godermi quei luoghi e le geometrie create dai palazzi mentre passeggiavo per le vie sono arrivato quasi senza accorgermi al duomo di Siena.
La cattedrale di Santa Maria Assunta, il Duomo di Siena, è uno dei più incredibili esempi di chiesa gotico-romanica in Italia.
L’uso del marmo che la compone è semplicemente straordinario e, nel vederlo, mi sono ricordato delle ore passate a studiare Storia dell’Arte decisamente la mia materia scolastica preferita negli anni del Liceo.
Dentro il Duomo di Siena è possibile ammirare lavori di Michelangelo, la statua San Paolo, e la statua di San Giovanni Battista di Donatello.
In questa particolare occasione non sono riuscito a visitare l’interno e dunque mi sono soffermato più tempo all’esterno alla vista della facciata del duomo nuovo mai costruito, chiamato “facciatone” dai Senesi.
Le geometrie, la luce e i colori delle parti del duomo nuovo incompleto mi hanno particolarmente colpito e ho amato molto quella sensazione di “non finito” che ha creato uno spazio architettonico unico nel suo genere.

giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena

Le colline toscane

Il mio viaggio è proseguito tra le colline toscane verso la Val D’Orcia e i suoi paesaggi. A differenza di Siena non avevo mai visto quei luoghi dei quali tanto ho sentito parlare e tanto ho letto. Panorami iconici di una regione, la Toscana, che nel modellare la natura a suo piacimento ha creato un capolavoro di bellezza, una gioia per gli occhi e lo spirito; le colline toscane restano tra le più celebrate dai turisti e dagli italiani stessi e tanta era la voglia di vederle.

Il racconto di questo viaggio è un qualcosa di inedito per me. Da molto tempo desideravo coinvolgere voi che seguite il mio lavoro in più articoli che non fossero solo legati alle mie foto di matrimonio. Questo è un piccolo viaggio ma significativo per me per due motivi.
Il primo motivo è che vivendo all’estero ho acquisito una più profonda ammirazione per il mio paese e per luoghi unici e splendidi che mi rendono sempre orgoglioso di essere e sentirmi Italiano,
Il secondo motivo è più legato al coinvolgimento con il quale vivo la mia professione, una ricerca di ispirazione e armonia, che mi lascia libero di immaginarmi capace di fermare il tempo.
Un idea costante che vedo realizzarsi nei miei scatti e in quello che scrivo; un’idea alla base di quello che faccio.

giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena
giorno a Siena tra le bandiere delle contrade e il duomo di Siena

Condividi su

Lascia qui la tua opinione

Commenti